a f n

ARCHIVIO

 

 
<Domenica, 09-Dic-2018 11:21 AM
  ARTICOLI dicembre 2018
 
2

SONO ARRIVATE LE FESTE DA ALICE!

moda
1
 

Il 2019 è alle porte, siamo tutti in trepidazione per le feste più brillanti dell’anno e la domanda (almeno per quanto riguarda noi donne) è sempre la stessa: “Cosa indosserò?”. Questa domanda solitamente viene posta in preda al panico, davanti ad un armadio stracolmo di vestiti e accessori, e la risposta è sempre e solo una: “NON HO NIENTE DA METTERMI.”. Prima di tutto, il consiglio di base che vale per tutte le stagioni, è di fare una bella pulizia dell’armadio e dei cassetti nei quali riponiamo tutti i nostri accessori e quale momento è migliore di dicembre che ci consente di iniziare l’anno novo con un armadio ordinato e riempito solo da cose che ci piacciono realmente, ci vestono a pennello e ci fanno sentire bene con noi stesse? Eliminiamo il vecchio e diamo il benvenuto al nuovo, togliendo di mezzo i vestiti che non ci vestono bene, ci fanno sentire scomode, non sono più della nostra taglia e sono troppo vecchi o rovinati. Una volta trovato il coraggio di fare questo passo, ci sentiremo più in ordine con noi stesse, più sicure e più felici! Naturalmente in seguito a questa azione, dovremo sostituire i capi basici che abbiamo eliminato e che dovrebbero essere presenti nell’armadio di ogni donna; gli intramontabili, i versatili, ecco qualche esempio: la giacca nera, il pantalone nero elegante, la gonna a tubo, il tubino, un paio di jeans dal lavaggio neutro, il cappotto, il piumino, il fuseaux, il dolcevita, la camicia bianca, lo stivale, il mocassino, ecc. Lo stesso vale per gli accessori e, vista la stagione, non può mancare un “set” molto utile: sciarpa, guanti e cappello abbinati tra loro, possibilmente dello stesso colore neutro (beige, nero, grigio o, per le più audaci, rosso!). Alice si preoccupa di avere sempre presenti, in store, questi capi e, insieme a loro, tutto ciò che fa tendenza per creare delle combinazioni originali accontentando tutti i gusti e clienti di tutte le età. Quest’anno, insieme all’animalier e la ciniglia, le padrone indiscusse sono le paillettes, tutto l’anno ma, ovviamente, in questo periodo più che mai! Le troveremo sia nella loro versione classica e scintillante, sia nella versione opaca e se la giocheranno con i loro cugini più discreti: i glitter. Fili glitterati tra le trame dei maglioni, sciarpe, cappelli; insomma, in ogni forma possibile, la parola d’ordine è “brillare” anche se stiamo indossando una felpa o un semplice pantalone della tuta. C’è chi preferisce il total look, chi invece si limita a seguire questa tendenza puntando su piccole applicazioni o accessori scintillanti! In store saranno presenti anche un’infinità di idee regalo a partire da 6 euro: fasce, cappelli, guanti, sciarpe, foulard, portafogli, pochette, portadocumenti, collane, orecchini, anelli e bracciali (Questi ultimi rigorosamente in acciaio inossidabile). Allora, siete pronte per rinfrescare il vostro armadio e, perché no, rinnovare il vostro stile? Questo è l’anno giusto per osare, passate in store e fatecelo sapere personalmente, lo staff di Alice sarà lieto di aiutarvi in questa nuova avventura!
Per informazioni:
Numero di telefono: 349-4622940
Facebook: Alice Pesaro
Instagram: @alicepesaro
Indirizzo: Via Curiel 6, Pesaro

   
torna su...
 

ROSSINI TV
l'articolo
2
 

PESARO. Una tv in cui rivedersi, confrontarsi, lanciare denunce, cercare soluzioni. È questo lo stimolo con cui telespettatori, imprenditori, cittadini e politici hanno vissuto la serata per festeggiare un anno di Rossini TV, visibile sul canale 633 del digitale terreste.
Giovedì sera al Docks di Pesaro non è voluto mancare nessuno per sostenere la tv pesarese e ascoltare dalle parole del direttore Emanuela Rossi il bilancio del primo anno. In questi 12 mesi Rossini Tv ha accompagnato quotidianamente i telespettatori con la rassegna stampa del mattino, il notiziario Rossini News per raccontare quanto accade in città: la cronaca, la politica, le bellezze del territorio ma anche i suoi nodi e rispondere alle
segnalazioni dei cittadini.
Ben 15 i format prodotti. “Sarebbe stato troppo facile acquistarli già fatti e mandarli in onda – ha detto Emanuela Rossi – li abbiamo pensati per il pubblico, per il territorio e hanno funzionato”. Ecco che sono nati “Batti5”, trasmissione dedicata all’Italservice di Calcio A5, “A Come Angels”, un programma dedicato ai Ranocchi Uta di football americano, il nuovo approfondimento sulla Vis Pesaro “Quelli della Vis” e poi ancora “Benessere e Salute” programma di medicina e fisioterapia, ”Vox Pop” dove a parlare sono i pesaresi intervistati sulle tematiche del momento e tanti altri programmi. Vengono trasmesse le partite del Rugby Pesaro. E ancora è stato prodotto un programma dedicato al Rossini Opera Festival, “Figarò quà, Figaro là” e altri programmi tematici e di cultura.
Una tv che continua a crescere e a farsi conoscere, persino oltre le Marche perché l’Ufficio Turismo di Madonna di Campiglio ha scelto Rossini Tv per promuovere la prossima stagione sciistica e richiamare i pesaresi in una delle località simbolo del turismo montano in tutta Italia.
Una voce nuova, sottolineata anche dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti Franco Elisei: “In un momento in cui il giornalismo sta attraversando momenti difficoltà, avere una voce in più nel territorio è molto importante. Una emittente giovane ma che ha già capito che è la qualità e il come veicolare le notizie che fa la differenza”.
Il sostegno e lo stimolo è arrivato dalle tantissime persone presenti: imprenditori, politici, referenti di associazioni di categoria e i cittadini che abitualmente guardano Rossini Tv. Prossimo format tv?
“Amministrative 2019”, dal 29 Novembre, un confronto e dibattito tra i candidati a sindaco.

   
torna su...
 

Il Sistri sarà abolito, finisce un incubo per le nostre imprese

cna
23
 

Bordoni della CNA: “Sollievo per la decisione di cancellare un sistema di tracciabilità dei rifiuti complicato che non ha mai funzionato”

PESARO
- La CNA di Pesaro e Urbino esprime un forte apprezzamento per la decisione del Governo di abolire il Sistri (il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti), a partire dal 1° gennaio 2019.
Per migliaia di imprese, comprese molte della nostra provincia, si tratta della liberazione da un incubo.
“Il Sistri – sostiene infatti il segretario della CNA, Moreno Bordoni - non ha mai funzionato, ma ha sicuramente impedito che si mettesse a punto nel nostro Paese un sistema efficace e semplice di tracciabilità dei rifiuti pericolosi. In moltissime occasioni, e in tutte le sedi istituzionali, la CNA lo ha affermato e ha chiesto in questi anni di adottare un meccanismo di tracciabilità più semplice”.
L’abolizione del Sistri è prevista dal “Decreto semplificazione” di prossima approvazione da parte del Consiglio dei Ministri.
“A questo punto - conclude Bordoni - sarà finalmente possibile, con la collaborazione delle associazioni delle imprese, costruire un nuovo strumento per tracciare i rifiuti pericolosi basato su una struttura semplice e ad alta efficienza. Dovrà essere in pratica, il contrario del Sistri, un sistema che si è dimostrato sempre molto complicato e inefficiente”.

Imu su laboratori e capannoni, raddoppia la deducibilità
La Cna, nella nostra provincia riguarda oltre 18mila immobili

PESARO – E’ un passo importante verso la deducibilità integrale dell’Imu sugli immobili strumentali ed un atto di giustizia fiscale. Come il Governo aveva promesso nel corso dell’ultima assemblea nazionale della CNA svoltasi a Milano, è stato infatti firmato un emendamento alla manovra che raddoppia l’attuale livello di deducibilità (dal 20 al 40 per cento), riconoscendo sia pure parzialmente, che gli immobili strumentali – capannoni, laboratori, negozi – non costituiscono un bene di lusso ma che sono indispensabili all’attività d’impresa e alla creazione di lavoro. In provincia di Pesaro e Urbino, il provvedimento riguarda circa 18 mila immobili (capannoni, laboratori, officine, negozi). Per il presidente della CNA di Pesaro e Urbino, Alberto Barilari, è un grande risultato, anche per le imprese della nostra provincia che hanno proprio negli immobili strumentali non solo la sede della propria attività, ma anche una parte considerevole dei propri investimenti. “Avevamo chiesto al Governo atti concreti in favore degli artigiani e delle piccole imprese – dice Barilari – ora si è cominciato a passare dalle parole ai fatti. Confidiamo che, nell’ancora lungo iter di approvazione della manovra, l’emendamento ne diventi parte integrante”. Dopo l’abolizione del Sistri, notizia di ieri, ora ci attendiamo ulteriore attenzione da parte del Governo e del Parlamento nei confronti degli artigiani e delle piccole imprese a cominciare dalla riduzione dei premi Inail”.
Claudio Salvi - Responsabile regionale di CNA Cinema Audiovisivo Marche

 
torna su...
 
ESAME BAROPODOMETRICO
(PREVENZIONE E/O CURA?) dr. Federico Dall’Olio
salute
24
 

Valutazione del piede in tema di analisi posturale
Oggi si parla sempre più spesso di analisi posturale. Si tratta di una valutazione complessa che richiede importanti competenze nei diversi distretti corporei coinvolti. Ritengo quindi che non esista il posturologo in “carne e ossa”, piuttosto questa figura professionale è l’insieme di diversi professionisti che lavorano sul paziente, condividono competenze, dati oggettivi, attraverso i quali è possibile formulare una diagnosi.
Ritengo particolarmente importante l’uso della pedana baropodometrica. Questa, anche in abbinamento con una videocamera che, con l’utilizzo di appositi marker, ci permette di valutare mal posture vertebrali, rotazioni di bacino, intra o extra rotazioni dell’arto inferiore.
La valutazione, che di concerto – podologo e tecnico ortopedico – eseguono, riguarda l’appoggio plantare, mentre per ciò che concerne la colonna vertebrale meglio affidarsi a professionisti del settore.

Valutazione del piede con patologie
Quando si parla di un piede patologico, s’intende un piede che presenta problemi di reumatismi, diabete, artrosi, o malformazioni. E’ importante spiegare ai pazienti la funzione dell’ortesi plantare, come interviene a livello biomeccanico, l’importanza di una calzatura preventiva dedicata abbinata al plantare. Purtroppo in Italia si fa poca prevenzione. D’altro canto il paziente, non si rende conto dei gravi danni che una calzatura non idonea può provocare.

Come e perché si costruiscono plantari e calzature personalizzati
Ogni piede ha un suo vissuto e necessita di un approccio dedicato. Quindi è fondamentale offrire al paziente un prodotto altamente professionale, unificando le tecniche classiche, come la presa su calco per lievitazione o con bende gessate o con la tradizionale carta podografica, alla nuove tecnologie. Un sistema tridimensionale per la scansione del piede, le pedane baropodometriche e il tapis roulant baropodometrico con l’uso della tecnologia CAD-CAM, sono un ottimo binomio per prodotti all’avanguardia.

Valutazione del piede negli sportivi
La valutazione del piede viene consigliata in particolare modo agli atleti, amatoriali o professionisti, di ciclismo, corsa e podismo. Spesso è il fisioterapista, l’ortopedico, il Fisiatra ed il medico dello sport che consigliano una valutazione del piede e l’utilizzo di un plantare dedicato durante l’attività sportiva.
In altri casi, invece, è un dolore accusato durante l’attività che suggerisce saggiamente di correre ai ripari e magari, dopo un’analisi del passo, sapere che quel risentimento era legato a un problema di postura assunta durante il gesto sportivo.
Tale valutazione viene effettuata attraverso l’esame baropodometrico che studia il passo dello sportivo, valutazione eseguita su tappis roulant o bicicletta in base all’attività svolta.
Viale XXIV Maggio n.78
61121 Pesaro
Tel.0721 33998/5
www.fisioradi.it


   
torna su..
 
Creazione 2018/19
arte
25
  Inizia da quest’ anno scolastico, 2018/2019 una collaborazione tra “Il Liceo Artistico Mengaroni, La piccola Serigrafia e la nostra rivista” gli studenti del Mengaroni, elaboreranno un progetto grafico inerente la promozione della città di Pesaro,a fine anno le migliori 20 idee saranno stampate e verrà realizzata una mostra pubblica.

Uniamo le forze tra impresa e scuola, e inventiamoci un futuro migliore.

   
torna su..

 

Le foto pubblicate sono valutate come diritto di cronaca, se i soggetti avessero qualcosa in contrario possono segnalarlo alla redazione, indirizzo e mail mauro.rossi@tin.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate. L a riproduzione totale e parziale di testi e foto è vietata.
P.I. 01352580417  
created by digitarte © 2018